Crociera Costa Pacifica

a zonzo nel cuore del Mediterraneo

Finalmente è giunto il giorno della partenza per la crociera tanto attesa. Alle dieci eravamo già a Savona la nostra nave, la Pacifica, era la imponente che ci aspettava.

 Alle tredici tutti a bordo!!! Tre strombazzate ed al suono della canzone “con te partirò” la nave incomincia a muoversi. Inutile dire che una certa emozione era inevitabile. La terra lentamente si allontanava e solo la luce di qualche faro ne confermava la presenza. Al calare della notte si accendeva la vita

La nostra cena era prevista per le ore 19, ci sono stati serviti piatti fin troppo ricercati per i miei gusti, comunque tutto è andato per il meglio. Per concludere la serata in bellezza abbiamo assistito ad uno spettacolo di varietà con cantanti e ballerine.

Alle otto di lunedì due maggio, puntuali come un treno giapponese, la nostra nave ha superato l’arcipelago di Frioul, dove sorge il castello d’If, prigione del Conte di Montecristo, prima di giungere alla volta del porto di Marsiglia. A sbarco effettuato, ci siamo diretti con un bus navetta verso il porto vecchio e il centro della città. Dai miei ricordi di molti anni fa ( 1962!!!), Marsiglia era una città poco raccomandabile, soprattutto nella zona del porto vecchio, con il quartiere “le panier”, ora invece tutto è cambiato…..la zona è tenuta con gran cura e attenzione.

Ci dirigiamo verso il centro città, pieno di vita, fino a raggiungere la chiesa di S. Vincent de Paul che non avevo avuto occasione di ammirare nelle mie precedenti visite.

Il tempo “ stringe” e con rammarico dobbiamo lasciare questa accogliente città….alle 17.30 occorre essere tutti a bordo verso una nuova emozionante destinazione: Ajaccio.

Alle nove del giorno tre maggio eccoci arrivati ad Ajaccio; entriamo nel piccolo porto dove sono già attraccate altre navi. L’accesso alla città è molto comodo: ci si può avviare con una gradevole passeggiata attraverso le viuzze del centro storico che conducono alla casa dove nacque Napoleone Buonaparte.

Questa città ci stupisce per l’ordine e lindore che la caratterizzano, per i graziosi bar pieni di gente, che sorseggia bevande colorate seduta all’aperto sotto ombrelloni colorati.  Passeggiando tra le vie, si percepiscono ancora i legami di Ajaccio con la città di Genova: i trecento anni di dominio genovese hanno lasciato numerose testimonianze!! Dopo un’escursione al mercatino, tutti a bordo: alle 17 si parte per Cagliari!

Ore otto del quattro maggio: arrivo al porto di Cagliari. Dopo la colazione inizia lo sbarco; per giungere in città è necessario utilizzare un servizio navetta che porta in via Roma con i suoi portici dove si trovano numerosi negozi e bar, quindi ci inoltriamo nel centro storico fino al largo Carlo Felice e da bastione abbiamo potuto ammirare il panorama della città. Purtroppo, il tempo ci è stato tiranno e abbiamo dovuto limitare la nostra visita in questa interessante città: alle 14 siamo salpati per Malta.

Alle dodici del cinque maggio siamo giunti a Malta e dopo aver pranzato siamo sbarcati per avventurarci nella visita della Valletta. Purtroppo le cose non sono andate secondo le nostre intenzioni, infatti, anziché avviarci verso la Valletta, siamo stati convinti a salire su un bus che ci ha portato in giro per l’isola. Le impressioni non sono state molto positive, infatti, ho potuto constatare che la cementificazione è stata veramente sconsiderata, il traffico congestionato da una moltitudine di auto e in generale ho percepito una sensazione di disordine sgradevole e deprimente. Ci è dispiaciuto non aver potuto visitare la Valletta, ma per resto non ho alcun dispiacere nel tornare alla nave, in partenza verso la nuova destinazione: Civitavecchia.

Alle sette del sette maggio eccoci arrivati al porto di Civitavecchia.

Avendo già avuto modo di visitare la città optiamo per un’escursione al lago di Bracciano con visita al castello degli Odescalchi. Alle otto e trenta un comodo bus si avvia per Bracciano, percorrendo una strada secondaria immersa in ombrosi boschi di quercia molto suggestivi, dopo un’ora circa, arriviamo a Bracciano, un piccolo centro a Nord di Roma. Sovrasta la cittadina il bel castello degli Odescalchi che ci apprestiamo a visitare. Il castello è pieno di testimonianze del passato e il visitatore ne resta meravigliato ed affascinato.

Il tempo scorre veloce e per noi è arrivata l’ora di ritornare alla nave, alle diciotto si parte per Savona. La serata termina con una grande festa che allieta il ritorno alla normale routine di sempre.

L’augurio è ….il prossimo anno ci riproveremo!!!

racconto di Pietro e Giovanna

"Fly & Enjoy Agenzia Viaggi Pavia"

Viale Golgi 68/b

27100 Pavia

tel: 0382528969

mail: fly.enjoy@virgilio.it

  • Facebook App icona

autorizzazione numero 1732 del 14/09/2004

Provincia di Pavia

Assicurazione Unipol numero 100961495