Week end nel Ducato di Parma e Piacenza

Abbazia di Chiaravalle e il Castello di San Pietro in Cerro

A pochi chilometri da casa abbiamo scoperto dei luoghi interessanti e altrettanto rilassanti che non immaginavamo di trovare, perfetti per trascorrere un week end senza stancarsi troppo in lunghi viaggi, attese e confusione.

La nostra meta era un agriturismo ai piedi delle colline piacentine, dal quale pensavamo di partire alla scoperta di questo angolo di Appennino, ma quasi per caso ci siamo imbattuti nell’antica abbazia di Chiaravalle in colomba, che ha modificato completamente i nostri progetti.

Questa abbazia, timidamente nascosta nella pianura tra Parma e Piacenza, che si è dimostrata un gioiello magnifico e grandioso, è stata edificata da San Bartolomeo nel 1135 ed ora è abitata da un esiguo numero di frati cistercensi, che accolgono i visitatori con incredibile cordialità e si prestano come ciceroni per far conoscere i segreti dell’edificio e la storia dell’ordine dei cistercensi. Abbiamo scoperto così, che ogni anno, nel giorno del corpus domini, i frati realizzano grandiosi tappeti di fiori per accogliere il Santissimo Sacramento all’interno della chiesa.

Il giorno successivo lo abbiamo dedicato alla visita del castello di San Pietro in Cerro, poco distante dall’abbazia.

Il castello è appartenuto dal 1461 al 1993 alla famiglia Barattieri, il cui nome deriva dal lavoro svolto dal capostipite della stessa, un ingegnere divenuto noto perché aveva aperto una casa di “baratteria” a Venezia ( da cui il soprannome di Barattiere) e il cui stemma ( tre quadrati e un’orsa) riflette il gioco dei dadi e la devozione della famiglia Sant’ Orsa.

Nel castello si possono visitare due” appartamenti”, appartenuti a due fratelli Francesco e Bartolomeo Barattieri, entrambi importanti giuristi. La famiglia acquista il titolo nobiliare grazie ad un matrimonio contratto con la famiglia scotti, conti di Vigoleno, che dovevano risanare le loro finanze. Bartolomeo è divenuto famoso anche per una leggenda che lo riguarda. Si dice , infatti, che fu ucciso nella sua camera da letto dal suo scudiero perché aveva esercitato il “jusprimaenoctis” ( diritto della prima notte) con la moglie dello scudiero stesso. Lo scudiero, per questo atto fu catturato e ucciso e la povera Agnese, sua moglie, si suicidò gettandosi dalla finestra della ex camera da letto di Bartolomeo. Si dice che il suo fantasma aleggia ancora oggi tra le stanze del castello, infastidendo specialmente le giovani coppie sposate.

Il castello è stato costruito attorno al mastio pre esistente, che aveva scopi difensivi, aveva una struttura quadrata, anche se ci sono due torri rotonde, così costruite per meglio respingere gli attacchi con armi da fuoco.

L’interno, la corte dei cavalieri, mostra un aspetto molto più raffinato dell’esterno, che risulta massiccio , austero e compatto, grazie ad un doppio ordine di arcate. Si possono visitare il piano terra, dove si trovano le stanze di “servizio”, inclusi una piccola prigione ( ci sono ancora i ceppi alle pareti!!!) e il piano nobile, con i saloni per i ricevimenti, la sala delle cineserie e la sala della musica appartenuti ai due fratelli.

Nel sottotetto del castello è allestito il mim: MUSEUM IN MOTION, dove a rotazione ( ecco il perché del nome) vengono esposte numerose opere dal dopo guerra ad oggi. Questo museo è nato dall’incontro tra l’attuale proprietario e Pierre Resteny ed ha anche lo scopo di far conoscere gli artisti piacentini.

Nei sotterranei del castello si trova invece una mostra permanente di statue dell’esercito di Xian, riproduzioni certificate dal governo cinese. Ce ne sono ben quaranta!

Queste sono anche le terre di Verdi, il famoso compositore, così ne abbiamo approfittato per ripercorrere  velocemente i luoghi in cui ha vissuto : Busseto, sua città natale, e la villa in Sant’Agata di Villanova sull’Arda dove visse con Giuseppina Strepponi.

E’ stato un week end ricco aldilà delle nostre aspettative che ha saputo fornirci diversi spunti per nuove scoperte!!

"Fly & Enjoy Agenzia Viaggi Pavia"

Viale Golgi 68/b

27100 Pavia

tel: 0382528969

mail: fly.enjoy@virgilio.it

  • Facebook App icona

autorizzazione numero 1732 del 14/09/2004

Provincia di Pavia

Assicurazione Unipol numero 100961495