Messico

Playa del Carmen e Riviera Maya

Siamo nel pieno dell’inverno eppure eccoci in spiaggia, all’ombra di una lussureggiante palma, ad osservare un mare turchese che si perde nel blu del cielo, sorseggiando un cocktail…. Certo, siamo sbarcati in Messico!!!

Questo è stato lo stupore  provato nel passare dal grigio, freddo, umido inverno lombardo, alla radiosa primavera caraibica.

Playa del Carmen, nel mese di gennaio, è proprio questo: una radiosa e alquanto imprevedibile primavera, con temperature gradevolissime, che permettono di sfruttare a pieno le gioie della “vita da spiaggia” (bagni, abbronzatura, relax totale…) e quelle di chi, come noi, proprio non riesce a stare fermo e vuole cogliere il più possibile del paese che li ospita.

Durante la nostra permanenza in Messico (una settimana) abbiamo cercato di conciliare il meritato riposo con quante più escursioni possibili….per cui eccoci nella foresta alla ricerca dell’antica città di Cobà, con la sua possente piramide a gradoni; oppure tra le rovine dell’affascinante Tulum, il luogo dei sassi, col suo castillo, che spicca fiero sulle alte coste frastagliate; oppure ancora a Chichen-Itza, al centro del grande campo della pelota, laddove antichi guerrieri giocavano in onore degli dei,  e al cospetto del suo  castillo, patrimonio  mondiale dell’unesco e quinta meraviglia del mondo, al centro del grande campo della pelota.

La costa dei Maya, così è chiamata la costa tra Cancun e Tulum a causa dei numerosi ritrovamenti relativi al popolo Maya, non è solo archeologia, ma è anche natura….e che natura!!

Noi, causa i pochi giorni a nostra disposizione, abbiamo potuto apprezzare le splendide spiagge di sabbia bianca e finissima e un paio di cenote, molto diversi tra di loro, ma entrambi sorprendenti: l’uno sotterraneo, nascosto nella foresta, aperto al mondo solo per mezzo di uno stretto anfratto che scende nelle viscere della terra; l’altro magnificamente scoperto, ampio e ornato da lunghe liane che scendono lungo i suoi fianchi, fino a lambirne le placide acque.

Anche Playa del Carmen e Valladolid, i due piccoli centri urbani che abbiamo visitato, ci hanno favorevolmente impressionati seppur in modo diverso. Playa del Carmen è una cittadina (soprattutto la quinta avenida) chiassosa, giovane festaiola e piena di vita, ricca di negozi e di locali di ogni tipo ( abbiamo trovato anche un bar\ museo dedicato a Frida Khalò); Valladolid è più sonnacchiosa, colorata e rimanda ai tempi della colonizzazione spagnola.

Questa vacanza è stata per noi, che eravamo un po’ titubanti per la lontananza dall’Italia, una grandissima scoperta che ci ha ripagati pienamente delle fatiche del viaggio, un’esperienza sicuramente da ripetere perché, ne siamo convinti, ci può dare ancora moltissimo!!!

Racconto di viaggio di Fabio e Elena e Alberto

"Fly & Enjoy Agenzia Viaggi Pavia"

Viale Golgi 68/b

27100 Pavia

tel: 0382528969

mail: fly.enjoy@virgilio.it

  • Facebook App icona

autorizzazione numero 1732 del 14/09/2004

Provincia di Pavia

Assicurazione Unipol numero 100961495